Crea sito

Leonardo 2014-2015:"RE.RE Recycling, Resources, Entrepeneurship"

Paesi partner: Italia, UK, Malta, Spagna, Slovenia.

Il progetto è incentrato nel settore specifico dello smaltimento ecosostenibile dei rifiuti e punta al perseguimento simultaneo di un duplice obiettivo: specializzare gli studenti partecipanti e sensibilizzare ad ampio raggio studenti, famiglie e docenti, istituzioni e aziende che saranno attivamente coinvolti in una mirata attività di disseminazione delle informazioni e dei valori acquisiti. Inoltre, la partecipazione al progetto contribuirà all'apprendimento di competenze linguistiche, anche tecniche di settore, con il ricorso all'approccio CLIL. L'offerta formativa specializzante dei ReceivingPartners prevede, in tutte le aree geografiche coinvolte, esperienze di tirocinio e formative in aziende e enti pubblici e privati che si occupano di due macro-tipologie di attività: 1) stoccaggio, smaltimento, riciclaggio e trasformazione in energia di varie tipologie di rifiuti (urbani e industriali); 2) Investimenti in ricerca a sviluppo in tema di riduzione dell'impatto ambientale, efficienza energetica, conservazione e uso delle energie rinnovabili. Inoltre, tutti gli enti coinvolti utilizzano sistemi di accountability per misurare e comunicare i loro risultati agli stakeholders coinvolti. Gli studenti avranno quindi l'occasione di partecipare attivamente a tutte le fasi del ciclo economico dei rifiuti, accedendo all'importante opportunità di verificare quale figura professionale coinvolta nel ciclo sia più affine alle proprie abilità individuali e aprendo un percorso efficace e mirato verso il proprio futuro professionale.

Referente :Prof.sse Patrizia Cesari e Carla Riciputi 

Visualizza il Programma di Malta cliiccando :

2014/16 MOBILITA’ DOCENTI - POLL Il progetto POLL (Professional On.Line Life)

Il Progetto scaturisce dalla constatazione che l’utenza delle nostre scuole, cioè gli alunni, oggi si presentano in classe equipaggiati di nuovi strumenti tecnologici dalla connettività full-time. In particolare Tablet e Smartphone, che hanno fatto la loro irruzione, soprattutto i secondi, nelle nostre classi diventando prevalentemente motivo di ulteriore distrazione da parte degli studenti. Intercettiamo notizie di esperienze dentro e fuori il nostro Paese dove chi è impegnato nell’educazione di queste ultime generazioni è riuscito a favorire la migrazione verso un uso più intelligente e professionale di questi strumenti, oggi da noi prevalentemente utilizzati in ambito ludico ricreativo. Il nostro obiettivo principale è quello di acquisire più dimestichezza con questa nuova frontiera della tecnologia sia per gli aspetti hardware che per quelli software, una molteplicità di applicativi che ogni giorno arricchiscono il mercato di questo settore ed aprono orizzonti di utilizzazione molto interessanti per l’attività didattica. Un secondo momento chiave di questa attività progettuale sarà quello del confronto diretto con le esperienze che in alcune scuole sparse per l’Europa sono andate via via accumulandosi con notevole anticipo rispetto ai nostri ambienti educativi, non sempre immediati nei tentativi di adattare la comunicazione valorizzando i supporti che istintivamente siamo tentati di considerare più di intralcio al processo formativo. Infine, si prevede di configurare, come obiettivo operativo di questo progetto, piccoli team di esperti in grado di assistere e “formare” i colleghi delle scuole della Rete e del territorio, all’uso delle nuove tecnologie nella didattica.

Referente: Prof.ssa Antonella Benedetto

Leonardo 2011-2014 - Mobilità studenti : EU4GEA Europe for Green Energy Alternatives

Clicca sull'immagine per entrare nel sito 

Il nostro progetto, finanziato dai fondi europei ISFOL e LLP, prevede un tirocinio di 3 settimane presso delle strutture che si occupano di energia alternativa, in particolare in Spagna, in Gran Bretagna  e in Germania.
Il punto di forza del progetto  è quella di creare un “Green Team” dove i nostri studenti rivestono e sperimentano 5 figure professionali (meccanici, elettrotecnici, elettronici, studenti del settore biologico ed ambientale) le cui competenze specifiche confluiscono “naturalmente” nelle competenze degli altri componenti del gruppo

Alunni Liceo Democrito partecipanti

 

L'esperienza dal punto di vista di uno studente

Clacca sull'immagine per vedere il video

Altre foto ...

 

Progetto Leonardo - Mobilità Docenti: COSY

COSY - COping and Sustaining Youngsters with bullying problems

Il fenomeno del bullismo, nelle sue varie forme, ha assunto in Italia dimensioni tali da essere riconosciuto formalmente anche dalle istituzioni e la scuola, nella sua funzione educativa, non può restare inerte e impreparata di fronte ad un fenomeno ormai così diffuso tra gli adolescenti. Il progetto ha inteso rispondere a tale necessità attraverso la formazione specifica di 39 docenti su temi quali: l’identificazione dei primi sintomi del fenomeno, le possibili azioni di prevenzione e repressione, e l’acquisizione di relative competenze e professionalità. I docenti coinvolti hanno acquisito una formazione specifica relativa al fenomeno del bullismo/cyberbullismo attraverso i corsi offerti in Italia dai partner intermedi e attraverso la partecipazione ai corsi di formazione offerti dagli hosting partner nell’ambito di un’esperienza di mobilità di due settimane in UK, RO, PL. Il progetto ha offerto ai partecipanti l'opportunità di confrontarsi con realtà diverse e affrontare il fenomeno del bullismo nel modo più organico producendo strumenti e strutture permanenti. L'interazione educativa e culturale delle diverse istituzioni coinvolte ha reso possibile lo sviluppo e l'apprendimento di nuove pratiche fruibili nella specifica realtà delle singole scuole e nel percorso formativo individuale. L'attenta disamina e l'analisi comparativa dei sistemi di intervento adottati in ambito europeo da altri Istituti per affrontare in modo più efficace e mirato il disagio legato alla realtà del bullismo scolastico hanno costituito un elemento fondamentale nell'acquisizione di nuove competenze operative anche in lingua straniera. Il carattere interculturale dell'esperienza ha rappresentato il valore aggiunto unitamente allo sviluppo di competenze chiave (linguistiche e TIC) relative alla comunicazione ed al lavoro di gruppo. Obiettivo operativo conseguito la formazione di docenti/referenti, esperti in dinamiche relazionali e disagio giovanile da mettere a disposizione delle scuole della rete "DEURE Lazio", già esistente ed attiva, e del territorio di riferimento al fine di costituire un team permanente specializzato all'interno di ogni scuola partecipante al progetto.

Testo